Pacchetto Mobilità UE: cosa cambia all’autotrasporto

Il pacchetto mobilità ha stabilito nuove regole per l'autotrasporto mirate al miglioramento delle condizioni di lavoro degli autisti e combattere le pratiche illegali nel trasporto stradale.
Pacchetto-Mobilità-UE-cosa-cambia-autotrasporto
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Tempo di lettura: 2 minuti
Il “trilogo”, ossia un tipo di incontro che avviene tra la Commissione Europea, l’Europarlamento e il Consiglio Europeo ha finalmente raggiunto un compromesso e ha delineato le nuove regole per il settore dell’autotrasporto internazionale. Dopo intensi negoziati durati due anni e mezzo, ecco prendere forma il “Pacchetto Mobilità” che interessa tutti gli addetti ai lavori.  I deputati hanno lavorato per permettere delle condizioni di lavoro migliori agli autisti e per combattere le pratiche illegali nel trasporto stradale (concorrenza sleale).

Cosa cambia all’autotrasporto?

Ecco, di seguito le nuove regole inerenti il settore dell’autotrasporto:
  • Cabotaggio: rimane confermato il limite di 3 operazioni nell’arco di 7 giorni in un altro Paese comunitario a seguito del quale il mezzo potrà rientrare non prima di quattro giorni (periodo di raffreddamento)
  • Obbligo di rientro del veicolo nel Paese di immatricolazione pari a otto settimane. Precedentemente l’obbligo scattava ogni quattro settimane.
  • Obbligo di installazione del tachigrafo intelligente anche sui veicoli commerciali leggeri con massa complessiva da 2,5 a 3,5 tonnellate che svolgono autotrasporto internazionale
  • Tempi di guida e di riposo: per quanto riguarda il riposo regolare è fatto divieto di farlo a bordo cabina. Dunque, gli autisti non possono svolgere in cabina il riposo settimanale di 45 ore e devono tornare nel paese di residenza ogni quattro settimane, ovunque essi si trovino. Inoltre, il periodo di riposo obbligatorio alla fine della settimana non deve essere speso nella cabina del camion.
  • Società fittizie: per scoraggiare la pratica di costituzione di società in una Paese estero usando solo una sede legale e godere di agevolazioni fiscali, le aziende di trasporto devono avere la parte sostanziale delle proprie attività nello Stato in cui sono registrate. Tali regole valgono anche per le aziende che utilizzano veicoli commerciali leggeri per trasporti internazionali
  • Il Presidente di Confartigianato Trasporti e Vice Presidente UETR – Amedeo Genedani si ritiene soddisfatto dell’accordo concluso, il quale è stato ostacolato più e più volte dai rappresentanti dei Paesi dell’Est. Il Pacchetto Mobilità è un chiaro esempio della lotta alla concorrenza sleale e al dumping che sta inginocchiando numerose aziende di trasporto italiane. Adesso, il testimone passa nella mani dei singoli Stati che devono approvare il compromesso raggiunto.

    Tutte le novità sulla normativa CQC 2019

    Scopri di più

    Conclusioni

    In sintesi, il Pacchetto Mobilità ha delineato nuove regole volte a migliorare le condizioni di lavoro degli autisti e a scoraggiare la concorrenza sleale inerenti: 
  • cabotaggio
  • obbligo tachigrafo intelligente
  • rientro dell’autista e del veicolo
  • tempi di guida e di riposo
  • società fittizie
  • Abbiamo portato a casa una piccola vittoria che si spera, possa portare una boccata d’aria fresca alle imprese di trasporto italiane.

    Vuoi rimanere sempre informato con le ultime novità provenienti dal mondo del trasporto e della tecnologia?

    Iscriti alla newsletter di CargUp
    e resta sempre sul pezzo.

    Lettera di vettura internazionale CMR. Ecco cosa devi sapere

    Lettera di vettura internazionale CMR. Ecco cosa devi sapere

    Tempo di lettura: 6 minuti La lettera di vettura internazionale CMR – Tutto quello che devi sapere per essere in regola. La lettera di vettura internazionale CMR è uno dei…

    Vuoi salire anche tu a bordo di CargUp?

    Mittente

    Avrai pieno controllo delle informazioni e potrai garantire un ottimo servizio ai tuoi clienti finali. Tutto in totale autonomia.

    Spedizioniere

    Potrai fidelizzare i tuoi clienti e acquisirne dei nuovi grazie al valore aggiunto che sarai in grado di offrire nella gestione delle spedizioni.

    Trasportatore

    Sarai in grado di controllare la tua flotta, mostrare il tracciamento ai tuoi clienti e garantire una comunicazione tempestiva a tutti i soggetti coinvolti.